Previsioni meteo Pasqua e Pasquetta: molte nubi, piogge Lunedì, attenzione ai venti forti

E’ ormai definito il quadro previsionale per le giornate festive di Pasqua e Pasquetta. L’Italia si troverà “contesa” fra due figure bariche principali: un’alta pressione posizionata fra la penisola e l’Est Europa, ed una vasta bassa pressione ad Ovest estesa fra Nord-Africa e penisola iberica. Sarà proprio quest’ultima, muovendo verso Levante, a determinare un peggioramento progressivo delle condizioni meteorologiche sul nostro Paese. Vediamo con quali effetti. 

Nella giornata di Domenica (Pasqua) resisterà ancora l’alta pressione, che garantirà tempo asciutto su tutto lo Stivale. La nuvolosità però tenderà ad essere ben più diffusa e compatta rispetto alla giornata precedente, andando a coprire gran parte dei cieli, soprattutto sulle zone occidentali e meridionali della penisola. Maggiori schiarite le avremo invece su Nord-Est e a tratti settori adriatici. Come detto, clima asciutto, salvo qualche locale piovasco nel corso della giornata su estremo Nord-Ovest (Piemonte occidentale, Liguria). Le temperature risulteranno miti ovunque, con valori fino a 22-23 gradi

Attenzione però al vento: l’approssimarsi del ciclone africano determinerà un rinforzo dei venti dai quadranti meridionali sulle aree occidentali del Paese, in particolar modo diverranno intensi sul mar Ligure e sul Tirreno, fra Sardegna, Sicilia e Calabria. Sardegna e Sicilia vedranno le raffiche più intense, con valori anche sopra gli 80-100 km/h. Altrove i venti saranno al più moderati, generalmente calmi in Pianura Padana. 

Veniamo al Lunedì di Pasquetta: il giorno tanto atteso da moltissimi italiani sarà purtroppo compromesso dal maltempo su diverse zone del Paese. Il vortice depressionario su citato guadagnerà terreno, influenzando direttamente la nostra penisola con l’arrivo di nubi compatte e piogge nel corso della giornata. 

Le condizioni migliori le avremo in mattinata, quando ancora i fenomeni risulteranno scarsi. Avremo infatti piogge per lo più di debole entità che interesseranno Sicilia, Calabria, Campania, Basilicata, Emilia Romagna; altrove il tempo si manterrà ancora stabile, anche se con cieli nuvolosi o coperti. Fra tarda mattinata e pomeriggio ecco arrivare la parte più intensa della perturbazione: piogge e rovesci si estenderanno a gran parte d’Italia, interessando in maniera più estesa le regioni centrali. I fenomeni risulteranno più abbondanti, anche a carattere temporalesco, fra Toscana, Lazio, Marche, Abruzzo. Entro la serata il tempo migliorerà su gran parte del Sud e Isole Maggiori, mentre piogge e temporali si concentreranno sul centro-nord. A peggiorare le cose ci sarà sempre il vento di scirocco, che soffierà ancora intenso soprattutto al centro-sud.

Nonostante i cieli coperti e le piogge il clima non sarà freddo: le temperature si manterranno (grazie alla provenienza delle correnti da Sud) su valori piuttosto miti. Naturalmente laddove pioverà con più insistenza la colonnina di mercurio potrà abbassarsi di qualche grado, soprattutto fra pomeriggio-sera. 

Da segnalare anche la presenza di sabbia e pulviscolo desertico che “sporcheranno” i cieli, soprattutto sul centro-sud Italia. Sabbia che potrà depositarsi al suolo insieme alle piogge nella giornata di Lunedì. 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK