Strage in Sri Lanka: 7 esplosioni in chiese e hotel. 185 morti e 500 feriti.

Drammatiche notizie arrivano proprio nella giornata di Pasqua dallo Sri Lanka, dove si sono verificati gravissimi attentati. Almeno sei esplosioni in serie sono avvenute attorno alle 9 del mattino (ora locale) ed hanno colpito tre chiese, affollate dai fedeli per le messe, e 3 hotel.

Le esplosioni — almeno due di esse sarebbero state causate da attentatori suicidi — sono state registrate a Colombo (4), nella città orientale di Batticaloa e a Negombo, città a maggioranza cattolica a nord della capitale. Il bilancio è provvisorio ma è già gravissimo: si tratta di 185 morti e almeno 500 feriti, secondo quanto riportato dall’agenzia France Presse che cita fonti di polizia. Secondo le forze dell’ordine almeno 35 delle vittime sono straniere: tra loro cittadini britannici, olandesi e statunitensi. La Farnesina ha confermato al Corriere che l’Unità di crisi è al lavoro per effettuare verifiche sull’eventuale presenza di italiani. 

Un’altra esplosione sarebbe avvenuta poco fa anche nella località di Dehiwela, vicino a Colombo. Si teme che il bilancio possa ulteriormente aggravarsi. 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK