Etna : due moderate scosse di terremoto nella notte avvertite nel catanese

Due scosse di terremoto di moderata entità sono state registrate e avvertite nella notte di oggi, 27 aprile 2019, sulla Sicilia orientale tra catanese e messinese.

Stando ai dati giunti dai sismografi dell’INGV sono state rilevate due scosse precisamente alle 02.44 e alle 02.54, con magnitudo rispettivamente di 3.3 e 3.1 sulla scala richter. La prima scossa è avvenuta ad una profondità di appena 100 metri, mentre la seconda a 2 km nel sottosuolo. Epicentro localizzato, in entrambi i casi, circa 5 km alle spalle di Linguaglossa, sul versante nord-orientale dell’Etna.

Le due scosse ed in particolar modo la prima, di magnitudo 3.3, sono state chiaramente avvertite non solo all’epicentro ma in un raggio di circa 30 km : la notevole superficialità delle due scosse ha amplificato nettamente la percezione del sisma, apparsa come boati netti e tremori durati alcuni secondi. 
Numerose le segnalazioni arrivate da Linguaglossa, Taormina, Mascali, Giarre e Riposto. Non ci sono danni a cose o persone.

 

Ecco i centri abitati nel raggio di 20 km :

Comune Prov Dist Pop CumPop
Linguaglossa CT 5 5403 5403
Piedimonte Etneo CT 6 3963 9366
Sant’Alfio CT 8 1582 10948
Castiglione di Sicilia CT 8 3215 14163
Fiumefreddo di Sicilia CT 9 9623 23786
Mascali CT 9 14282 38068
Milo CT 10 1087 39155
Calatabiano CT 10 5308 44463
Francavilla di Sicilia ME 11 3945 48408
Giarre CT 11 27659 76067
Motta Camastra ME 11 845 76912
Gaggi ME 11 3184 80096
Moio Alcantara ME 11 717 80813
Riposto CT 12 14838 95651
Zafferana Etnea CT 13 9517 105168
Malvagna ME 13 733 105901
Graniti ME 14 1492 107393
Santa Venerina CT 14 8592 115985
Giardini-Naxos ME 15 9415 125400
Castelmola ME 16 1088 126488
Taormina ME 16 10960 137448
Randazzo CT 16 10900 148348
Roccella Valdemone ME 16 666 149014
Santa Domenica Vittoria ME 18 980 149994
Mongiuffi Melia ME 18 600 150594
Letojanni ME 19 2861 153455
Gallodoro ME 19 367 153822
Roccafiorita ME 19 197 154019

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK