Emilia : esondano i fiumi sulle pianure, inondazioni e danni nelle campagne

La pioggia sta concedendo una breve tregua in Emilia Romagna e gran parte del nord grazie ad una spallata della depressione verso il sud Italia, dove invece quest’oggi avremo tanti temporali e tempo decisamente perturbato. Si tratta tuttavia di una pausa momentanea perchè già dalla tarda serata di oggi tornerà a piovere a causa di una nuova perturbazione proveniente dal nord-est Europa.

Ancora critica la situazione di tutti i bacini idrici della regione che proprio in queste ore stanno raggiungendo la piena sulle pianure dall’Emilia alla Romagna : la situazione più difficile è tra modenese, forlivese, cesenate, ravennate e riminese dove i principali fiumi sono esondati causando danni notevoli.

Vaste inondazioni nel cesenate

L’emergenza sta lentamente rientrando stamattina, ma per precauzione le scuole sono chiuse a Cesena e diversi comprensori di Forlì, Ravenna e Cervia e anche nel modenese. Il fiume Savio, che è esondato in più punti, è sceso finalmente a 5.77 metri dopo aver toccato ieri i 7.51 metri.
Lo scenario tuttavia è disastroso in quanto tantissime campagne sono ancora allagate, con tutti i danni relativi in particolare per quel che riguarda le ciliege e le albicocche precoci.

Esonda il Secchia a Campogalliano (MO)

Il responsabile dell’Associazione produttori afferma : “Chi non ha le coperture registra seri danni. E, specie nella zona collinare, le coperture sono possibili solo in pochi casi. Abbiamo già registrato notevoli danni da cracking per le varietà precoci. Queste piogge torrenziali sono arrivate proprio all’inizio della campagna delle ciliegie in Romagna.” 
Situazione critica anche in provincia di Ravenna dove i fiumi esondati hanno allagato campi e aziende : problemi maggiori per i peschi che soffrono di asfissia radicale se rimangono immersi in acqua per troppe ore. 

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK