Maltempo e freddo : tanta neve in Appennino, bianco risveglio sull’Etna

Una poderosa irruzione di aria fresca nord Atlantica, proveniente dalla Scandinavia, sta portando tantissima instabilità e clima fin troppo fresco per il mese di maggio in tutto il Mediterraneo centrale. Non è la prima e non sarà l’ultima di questo eccezionale mese di maggio che sta decidendo di mascherarsi da marzo ad un passo dall’estate. Ieri vi abbiamo spiegato i motivi di questa situazione praticamente bloccata sull’Italia.

Con aria così fresca a spasso per l’Italia è fisiologico attendersi nevicate a quote basse per il periodo : ed ecco spiegate le forti nevicate che da giorni stanno interessando l’Appennino generalmente oltre i 1400 metri di quota ma con qualche toccatina sin sui 1200 metri tra Abruzzo e Molise. Una vera e propria bufera è in atto stamattina sul Gran Sasso sin verso Campo Imperatore e a quote inferiori. Entro sera potranno cadere almeno altri 15-20 cm di neve fresca. Sempre in serata i fiocchi di neve potranno raggiungere anche Capracotta, in Molise.

Campo Imperatore

Il risveglio stamattina è stato davvero suggestivo anche in Sicilia, dove nella notte si è verificata una fortissima nevicata sull’Etna oltre i 1800-2000 metri di quota. Il grande vulcano catanese è stato rivestito da un manto bianco visibile da gran distanza.

Etna – 14 maggio 2019

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK