Attentato in Egitto: esplosione colpisce autobus di turisti in zona Piramidi

Un attentato è avvenuto poche ore fa in Egitto: un autobus turistico è stato colpito da un’esplosione nelle vicinanze del Grande museo egizio in costruzione a Giza, la zona del Cairo dove sorgono le piramidi.

Secondo le ricostruzioni, l’ordigno era stato posizionato sul ciglio della strada ed è stato fatto esplodere al passaggio dell’autobus pieno di turisti. L’esplosione è avvenuta “nei pressi di piazza Elremaya“, precisano le fonti riferendosi a uno svincolo che dista poco più di un chilometro in linea d’aria dalla piramide di Cheope (situata a sud) e una distanza analoga dal Grande museo egizio (a nord-ovest) nel quartiere occidentale cairota di Haram. Le ultime notizie parlano di 17 persone ferite: dieci sarebbero egiziane, altri sette del Sudafrica. 

“I vetri del bus, che aveva 25 turisti sudafricani a bordo, sono andati in frantumi. I vetri di una vettura privata, che aveva quattro cittadini a bordo, sono anch’essi andati in frantumi”, riferiscono le fonti. Una squadra di artificieri si è portata sul posto per esaminare l’ordigno. Un cordone di sicurezza è stato creato attorno al sito dell’incidente. 

Sei mesi fa tre turisti vietnamiti ed una guida turistica locale erano rimasti uccisi dall’esplosione di un ordigno scoppiato al passaggio del loro bus, sempre nella zona delle piramidi di Giza.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK