Mediterraneo al freddo! I bagni al mare tarderanno questa estate?

Le conseguenze della “non primavera” iniziano a farsi sentire nei mari italiani : ad ormai 9 giorni dall’inizio dell’estate meteorologica (che, ricordiamo, avrà inizio come di consueto il 1° giugno) gran parte del Mediterraneo si ritrova al freddo, con temperature delle acque praticamente ovunque sotto la media del periodo. 

Questo è il frutto delle innumerevoli perturbazioni cariche di aria fresca che negli ultimi due mesi hanno attraversato l’Italia, mentre gli anticicloni praticamente non si sono quasi mai fatti vedere dalle nostre parti (sia l’alta pressione delle Azzorre che l’alta pressione sub-tropicale). Logicamente le acque marine hanno faticato tantissimo a riscaldarsi, considerando anche la particolare lentezza con cui l’acqua del mare si raffredda e si riscalda. 

Se osserviamo la mappa delle anomalie termiche dell’acque superficiali si nota chiaramente un vasto sotto-media su quasi tutto il Mediterraneo ed in particolare a ridosso delle coste italiane. Solo tra la Spagna e le Baleari, e sull’estremo Mediterraneo orientale troviamo anomalie positive.

La media di riferimento è quella del 1971-2000 ed in base a quei valori notiamo anomalie negative comprese generalmente tra 1 e 3°C! Ovvero le temperature, attualmente, sono di almeno 1-3°C inferiori alla norma!
Spicca su tutti il mar Ligure con appena 16.3°C, ma anche il basso Tirreno con appena 18.8°C e il mare di Sardegna con 17.9°C non sono da meno.

Insomma l’assenza del caldo si fa sentire anche nei nostri mari e considerando la tendenza per i prossimi giorni, che vede l’assenza di figure di alta pressione sub-tropicali sull’Italia, ci fa capire che il riscaldamento del Mediterraneo sarà davvero lento.
Dunque per i primi bagni al mare bisognerà armarsi di coraggio, perchè l’acqua si rivelerà decisamente fredda anche ad estate iniziata!

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK