Meteo : giornata variabile e mite, ma occhio agli acquazzoni pomeridiani

In questa terza decade di maggio stiamo assistendo probabilmente per la prima volta a qualche giornata pienamente primaverile, in particolar modo al centro-sud dove le temperature sono decisamente aumentate e con esse anche la stabilità atmosferica. Purtroppo come si suol dire “una rondine non fa primavera” e difatti nel week-end avremo un nuovo tracollo della stagione per effetto dell’ennesima perturbazione nord atlantica che ci riporterà nubi e piogge.

Ma per il momento restiamo concentrati alla giornata di oggi, 22 maggio 2019 : un po’ di nubi le ritroviamo sul nord-est e all’estremo sud, ma i fenomeni sono quasi totalmente assenti. Altrove ampie schiarite, segno del costante rinforzo dell’alta pressione sul Mediterraneo, seppur momentaneo visto che nel fine settimana una nuova massa d’aria fresca si getterà con estrema facilità sullo stivale.

La giornata odierna proseguirà all’insegna della variabilità : ampie schiarite su coste e pianure, mentre sui settori interni (specie colline e rilievi) potranno svilupparsi i tipici temporali di calore nelle ore pomeridiane. Particolarmente coinvolte saranno le regioni centrali tra Toscana, Marche, Umbria e Lazio. Ma anche sulle colline abruzzesi, molisane, sull’Appennino emiliano e sulle zone interne del Triveneto non mancherà della locale instabilità.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK