Inquinamento del Mediterraneo : enorme isola di plastica tra Corsica ed Elba

Anche il Mediterraneo ospita ora la sua isola di plastica, frutto della nostra inciviltà che pare davvero non avere limiti nonostante le svariate campagne di sensibilizzazione, il riciclaggio e norme anti-inquinamento. La terribile notizia arriva dallInstitut français de recherche pour l’exploitation de la mer, che proprio pochi giorni fa ha avvistato un cumulo di rifiuti tra l’isola d’Elba e la Corsica.

Questa isola di rifiuti sarebbe lunga addirittura una decina di chilometri ed è composta prevalentemente da plastica. L’esperto François Galgani, responsabile dell’istituto francese, spiega che si tratta di una formazione “cronica”, nel senso che l’isola di sviluppa a seconda delle correnti marine. Quando le correnti si dispongono da nord-ovest i rifiuti tendono ad accumularsi appena all’altezza dell’isola d’Elba formando un vero e proprio isolotto lungo una decina di chilometri, restando in queste condizioni anche per alcune settimane. Con eventuali cambi di corrente marina, specie da sud,  l’isola si scompone. 

Quest’isola di rifiuti rappresenta una seria minaccia per l’ecosistema locale : tanti animali marini spesso muoiono intrappolati tra i rifiuti o soffocati con lo stomaco pieno di immondizia e plastica. Parte di quei rifiuti e di quella plastica termina, giocoforza, nel nostro stomaco dato che ci nutriamo dei pesci del Mediterraneo.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK