Terribile alluvione in Siberia: vittime e centinaia di feriti

Una severa ondata di maltempo, culminata nella giornata di ieri, ha colpito negli ultimi giorni la Russia siberiana. Violenti temporali e piogge torrenziali hanno provocato inondazioni, smottamenti e crolli. 

Particolarmente colpita la regione Oblast’ di Irkutsk, nella parte sud-orientale della Siberia. Il bilancio è grave: 5 le persone rimaste uccise e almeno 400 i feriti, di cui un centinaio ricoverati negli ospedali locali. 

 Oltre 1.200 case sono state danneggiate. Diversi ponti e strade sono crollati. Crollate anche alcune dighe. Esondati il fiume Angara, principale corso d’acqua della regione, ed il lago Baikal, il più profondo del pianeta. Diverse città sono state letteralmente devastate dalla furia dell’acqua, come Bratsk e Tulun. Impressionanti le immagini girate da alcuni abitanti che mostrano l’acqua arrivare anche al 2° o 3° piano dei palazzi, con la gente obbligata a muoversi per mezzo di barche. 

Si stima che siano circa 10.000 le persone colpite dalle alluvioni. Sul posto si è recato oggi anche Putin, per gestire la crisi insieme ad alti funzionari regionali.

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK