Forti temporali al nord : grandine grossa su Torino, danni alle auto

Dopo tanto caldo e tanta umidità è bastato un pizzico di aria fresca in transito alle alte quote per scatenare i primi potenti temporali sulle regioni del nord. Come ampiamente previsto sono le regioni nord-occidentali e i rilievi ad assistere ai primi forti fenomeni dopo un dominio anticiclonico durato quasi una settimana.

Attenzione però : l’anticiclone africano è ancora ben presente sulle nostre teste, da nord a sud, quindi il caldo non abbandonerà la nostra penisola tanto facilmente nel prosieguo di settimana. Anche oggi, infatti, il clima è risultato caldo e molto afoso su tutto il nord, con temperature che si sono portate sin verso i 35-36°C con gran facilità. 
Nelle ultime ore è avvenuta solo una lieve flessione dell’anticiclone che ha permesso l’ingresso di deboli correnti fresche atlantiche in alta quota, entrate subito in contrasto con il “cuscino rovente” presente in pianura Padana.

Forti temporali nel torinese e in Emilia, tra parmense, piacentino e sul confine con la Lombardia. I temporali si muovono lentamente verso est /nord-est.

I forti contrasti termici hanno generato forti temporali a macchia di leopardo : colpite principalmente le aree del torinese e dell’Emilia occidentale dove si sono formati due isolati ma potenti temporali di calore. Purtroppo la tanta energia presente al suolo è stata determinante nel creare nubi temporalesche cariche di grandine : su Torino si è abbattuta una forte grandinata con chicchi grandi fino a 5 cm, i quali hanno provocato danni a piante e automobili, le quali presentano varie ammaccature. Colpita dalla grandine anche la zona di Mercenasco e Torino nord.

 

TANTA INSTABILITA’ NELLE PROSSIME ORE

I forti temporali formatisi su Piemonte ed Emilia si stanno gradualmente spostando verso est/nord-est e quindi coinvolgeranno anche vercellese, novarese, gran parte della Lombardia, reggiano, modenese e in tarda sera anche il Veneto. 

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK