Maltempo : violento temporale MCS sta colpendo la Pianura Padana – nubifragi e grandine in atto

Come ampiamente previsto stamattina, la pianura Padana sta facendo i conti con un vasto sistema temporalesco formatosi nell’arco di 2 ore e che, presumibilmente, continuerà ad avvolgere gran parte del nord sino alle prime ore della notte. 

Come potete ben osservare dallo scatto del radar della protezione civile, si è tratta di un vasto sistema di temporali che in questo caso viene denominato “MCS”, ovvero Mesoscale Convective System. Si stratta di una ammasso di vari temporali che si uniscono dando vita ad un unico sistema temporalesco di grosse dimensioni e soprattutto molto violento.
Questi tipi di temporali sono in grado di assorbire enormi quantità di energia (e la pianura Padana ne ha da vendere dopo il gran caldo degli ultimi giorni) e di trasformarla in nubifragi persistenti e intense grandinate. L’altra particolarità di questi temibili “MCS” è la durata : possono persistere sulle stesse zone per diverse ore scaricando importanti quantitativi di pioggia (anche superiori ai 100 mm).

Purtroppo è lo scenario che si sta realizzando sulla pianura Padana tra Lombardia, Emilia Romagna e Veneto : numerose province si ritrovano in questi minuti sotto questo potente sistema temporalesco che ha già scaricato dai 20 ai 70 mm di pioggia in poco più di un’ora, causando anche tantissimi disagi e allagamenti. Colpiti fortemente il mantovano, cremonese, modenese, bolognese e reggiano : oltre alle piogge molto intense si registrano anche forti grandinate che stanno causando disagi alla circolazione e danni. 
Il temporale sta colpendo anche veronese, rodigino, padovano, ferrarese e milanese.

Massima attenzione anche alle forti raffiche di vento possibili all’interno dell’area circoscritta : i venti possono superare anche i 100 km/h all’interno di questi tipi di temporali, in grado di causare danni su vaste aree.

Grandinata intensa a Poggio Rusco, nel mantovano

Sono caduti oltre 11.000 fulmini nelle ultime 2 ore, tutti scaricati da questo enorme ammasso di temporali. Stando alle previsioni, il suo ciclo vitale proseguirà almeno sino alle prime ore della notte. Quindi invitiamo a prestare massima attenzione in tutta l’area sovrastata dal temporale.

Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK