Violenta eruzione dello Stromboli: persone abbandonano l’isola, c’è una vittima

Aggiornamento ore 19.30

Violenta eruzione dello Stromboli: persone abbandonano l’isola, c’è una vittima

 

Una violenta esplosione ha interessato il vulcano dello Stromboli nel pomeriggio di oggi, provocando l’emissione di una grande quantità di cenere e gas dalla sua area sommitale. 

L’esplosione, una delle più violente degli ultimi anni, ha innescato anche dei roghi nelle aree sottostanti il vulcano a causa della caduta al suolo di lapilli di notevoli dimensioni. Momenti di panico si sono vissuti nella frazione di Ginostra, dove alcuni turisti si sono lanciati in mare. Altri si sono barricati in casa per paura di essere colpiti dai lapilli. Purtroppo arriva proprio in questi minuti la notizia di una persona rimasta uccisa per via dell’eruzione: lo ha dichiarato all’Ansa il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, secondo il quale si tratterebbe di un turista che stava facendo una escursione nella zona sommitale del vulcano. Un’altra persona sarebbe rimasta ferita. 

Secondo gli ultimi aggiornamenti, trenta persone che si trovavano a Ginostra sono state imbarcate, per mezzo dell’aliscafo della Liberty Lines. Un altro mezzo navale sta per recuperare altri turisti. Ma la decisione di partire o rimanere lì è a loro discrezione. Non è stato al momento avviato alcun piano di evacuazione. “Nessun allarmismo – dice il sindaco di Lipari Marco Giorgianni – solo fumo per il grosso incendio, la situazione è sotto controllo, stanno arrivando i Canadair per spegnere il fuoco alimentato dal vento”.

Prima dell’esplosione più intensa, avvenuta alle 16,45 – spiegano gli esperti – ci sono stati “due trabocchi lavici” che si sono riversati sulla Sciara del fuoco.  “A partire dalle ore 14,46 e 10 secondi Utc si è verificato un parossismo che ha interessato l’area centro- meridionale della terrazza craterica dove si aprono le bocche dello Stromboli, a circa 800 metri di quota sul mare” ha spiegato il vulcanologo dell’Ingv-Osservatorio Etneo, Marco Neri.
 
Ulteriori aggiornamenti potranno essere forniti nelle prossime ore. 

 

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK