Violentissima tempesta in Grecia nella notte: numerosi morti e feriti

L’intensa perturbazione di origine nord-atlantica che ha colpito l’Italia dispensando danni e disagi soprattutto sulle regioni adriatiche, ha raggiunto nella notte la Grecia, provocando anche qui gravi conseguenze. 

Violentissimi temporali si sono abbattuti soprattutto nel nord della Grecia. In varie zone si sono abbattuti downburst (raffiche di vento lineari generate proprio dal transito del temporale) che hanno causato danni similari a quelli di un tornado. 

Una delle zone più colpite in assoluto è la regione di Halkidiki (Penisola Calcidica), dove si sono verificati venti tempestosi, probabilmente attorno o superiori ai 120/150 km/h. Almeno 6 persone sono morte a causa dell’ondata di maltempo. Si tratta di turisti provenienti da Repubblica Ceca, Romania e Russia. 

Due delle vittime erano turisti cechi anziani che sono stati uccisi, travolti con il loro camper da vento e acqua. Una donna e un bambino di 8 anni, entrambi cittadini rumeni, sono morti invece in seguito alla caduta del tetto di un ristorante nella località di Nea Plagia. Altre due persone sono rimaste uccise per la caduta di un albero. 

Il capo della Protezione Civile Charalambos Steriadis ha affermato che “sei turisti sono stati uccisi e almeno altre 30 persone sono rimaste ferite durante questa tempesta”. E ci sarebbe anche un uomo disperso. 

In molte zone è andata via anche la corrente elettrica. Tanti i danni causati anche dalla grandine. Numerose le abitazioni, le strutture ricettive e i negozi allagati. 

Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK